venerdì 11 gennaio 2019

Recensione: Nel nome di mio padre - Viveca Sten

TitoloNel nome di mio padre
Titolo originale: I grunden utan skuld
Autore: Viveca Sten
Tradotto da: Alessia Ferrari
Editore: Marsilio
Collana: Universale economica Feltrinelli
Genere: Giallo
Anno edizione: 2018
Pagine: 410
Prezzo: 12,00€ (cartaceo) - 9,99€ (ebook)

In una buia sera di novembre, una ragazza di vent'anni scompare misteriosamente dalla piccola isola di Sandhamn al largo di Stoccolma, un paradiso naturale di spiagge e boschi, famoso per lo storico circolo velico e le regate, con un accogliente villaggio di case in legno che si affacciano sulle acque del Mar Baltico. La bella stagione è ormai finita, chioschi e locali sono sigillati con robusti lucchetti, e sull'isola è rimasta solo una manciata di persone, in attesa che le giornate si facciano più luminose. Dalla centrale di Nacka, l’ispettore Thomas Andreasson torna ai luoghi dell’infanzia per partecipare alle ricerche, complicate dall'infuriare di una violenta tempesta di pioggia e vento, ma è tutto inutile. Di Lina Rosén non c’è più traccia. Qualche mese dopo un gruppo di bambini, giocando nel bosco, scopre un sacco che affiora dalla neve. Contiene resti umani. Potrebbero appartenere a Lina? Anche Nora Linde in quei giorni si trova a Sandhamn con i figli. Il suo matrimonio è in crisi e lei ha bisogno di riflettere, ma i tragici eventi che scuotono l’arcipelago hanno il sopravvento. Ora sente di dover dare un contributo alle indagini, in nome dell’antica e profonda amicizia che la lega a Thomas; e in nome della sua innata curiosità di avvocato che non si accontenta di stare semplicemente a guardare. L’assassino potrebbe trovarsi ancora sull'isola e non sembrano esserci piste a cui aggrapparsi. A Thomas e Nora non resta che scavare nel passato e ripercorrere le storie di una piccola comunità che ha custodito per anni avvenimenti drammatici.

mercoledì 9 gennaio 2019

WWW...Wednesday #1 [2019]

Buongiorno lettori! Dopo un bel periodo di riposo del blog, eccomi con il primo post del nuovo anno!! Prima di lasciarvi alle risposte della famosa rubrica voglio farvi i miei migliori auguri per un buon 2019! (Sì, sono leggermente in ritardo, ma vale lo stesso!)

Rubrica ideata dal blog Should be Reading, nella quale si deve rispondere a tre semplici domande:
- What are you currently reading?  Cosa stai leggendo?
- What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
- What do you think you'll read next? Cosa leggerai prossimamente?

Le mie risposte:

lunedì 3 dicembre 2018

giovedì 29 novembre 2018

Book Tag: Rapid Fire

Salve lettori! Come procedono le vostre letture? Io sto seriamente pensando di abbandonare il libro che ho in lettura perché lo trovo molto lento e mi sta annoiando troppo.

Oggi ho deciso di rispondere a un book tag che ho trovato in rete: si tratta del RAPID FIRE.


Iniziamo:

mercoledì 21 novembre 2018

WWW...Wednesday #9

Buongiorno lettori! Oggi sul blog aggiorno le mie letture con la famosa rubrica:

Rubrica ideata dal blog Should be Reading, nella quale si deve rispondere a tre semplici domande:
- What are you currently reading?  Cosa stai leggendo?
- What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
- What do you think you'll read next? Cosa leggerai prossimamente?

Le mie risposte:

giovedì 8 novembre 2018

Segnalazione: Cattiva stella - Dina Ravaglia


Titolo: Cattiva stella
Autore: Dina Ravaglia
Editore: Santelli Editore
Pagine: 348
Genere: romanzo storico d'amore
Data pubblicazione: 8 Novembre 2018
Prezzo ebook: 7,99€
Prezzo cartaceo: 16,00€
Finale: conclusivo

Seconda guerra mondiale. Un prigioniero viene liberato dai tedeschi grazie a Seneca, un professore e alto membro della Resistenza. Quest'uomo è chiamato Tempesta ed è sospettato d'essere una spia perché l'unico rimasto in vita dopo il massacro del suo reggimento. Malgrado i dubbi però, la Resistenza lo riaccoglie e lo affida alle cure di Giovanna, divisa tra la sua vita nell'Italia fascista e la clandestinità della lotta. Nonostante prove di grande coraggio, viene però ancora una volta accusato: un efferato crimine è stato consumato a Roma ed è Tempesta a essere imputato come il malfattore. Durante il "rastrellamento di Novembre", l'azione di forza contro gli ebrei avvenuta nelle vie di Roma il 16 Ottobre 1943 da parte della GeStaPo, sarà solo Giovanna, innamoratasi di lui, a cercare di salvarlo dalla condanna. Tentando la fuga, proveranno a superare gli ostacoli per costruirsi una vita lontani dal fragore delle bombe.